Silvia Bonino Pinerolo Psicologa e psicoterapeuta, è professore onorario di psicologia dello sviluppo e dell’educazione all’Università di Torino -
Blog
Il sessismo e la denigrazione delle donne nei testi dei trapper
2018, Dicembre, 19 Bonino Silvia

Il sessismo e la denigrazione delle donne nei testi dei trapper

Già prima della tragedia di Corinaldo si erano levate alcune voci contro il sessismo e la sistematica denigrazione delle donne presenti nei testi di moltissimi trapper: donne ridotte a esseri subumani e a oggetti sessuali.

La domanda che qualunque educatore responsabile si pone è: questi messaggi influenzano la formazione degli adolescenti e la loro rappresentazione della donna? La risposta non può che essere positiva. Anche se non sono gli unici messaggi che i ragazzi e le ragazze ricevono, essi vengono da modelli significativi, e sono fissate in memoria grazie al martellare della ripetizione ritmica. Rappresentano quindi un’attiva formazione mentale alla diseguaglianza e alla violenza. Sono un tipico esempio di “nutrimento rettiliano”, che sollecita la parte più primitiva del nostro cervello. Non possono quindi essere considerati con leggerezza, se si vogliono educare le nuove generazioni a rapporti egualitari e non violenti.

Per saperne di più:

  1. Bonino, Amori molesti. Natura e cultura nella violenza di coppia. Laterza, Roma-Bari 2015
© Blank Plazart - Free Joomla! 3.0 Template 2022